PROGETTO CASA CANTONIERA

Il Progetto Sociale dell’ex Casa Cantoniera nasce con l’obiettivo di favorire l’inserimento socio–lavorativo, che si realizza con la progettazione di percorsi personalizzati e finalizzati all’acquisizione di capacità e di attitudini lavorative nei confronti di persone svantaggiate e/o in situazioni di fragilità, muovendosi nel contesto della legge 381, che disciplina l’attività e la finalità delle Cooperative sociali.
Si tratta di persone che soffrono di svantaggio fisico, psichico o sensoriale, gli ex degenti di strutture psichiatriche, anche giudiziarie (OPG e attualmente REMS), i soggetti in cura al SERT, i minori in età lavorativa e in una realtà familiare difficile, nonché gli ex detenuti, i detenuti, gli internati e i condannati ammessi a misure alternative alla detenzione così come previsto dall’Ordinamento penitenziario.
Tale situazione limita la loro possibilità di inserimento (o reinserimento) nel mondo del lavoro, fine ultimo dell’attività di risocializzazione. Tale normativa è stata potenziata dalla legge nazionale 193/2000 (Legge Smuraglia) per favorire l’attività lavorativa dei detenuti.
Per le persone svantaggiate il lavoro assume un ruolo fondamentale, come molte leggi statali, prima della 381, hanno stabilito. Infatti l’inserimento nel mondo del lavoro fornisce le risorse economiche necessarie alla vita e in aggiunta favorisce la costruzione e il riconoscimento di un’identità attraverso il ruolo professionale; il lavoro per le categorie svantaggiate risulta un plus, un valore aggiunto , essendo non solo fonte di reddito ma anche luogo di realizzazione, di rafforzamento della fiducia e di rispetto di sé, di scambio e di relazioni sociali, una seconda chance dopo molta sofferenza e isolamento sociale.
Ed è essenzialmente in questa ottica che nasce questo progetto, proprio per dare un’opportunità, non solo lavorativa ma anche di supporto emotivo e morale a persone che vivono ai margini della società. L’obiettivo è anche quello di portare la cittadinanza in un luogo propenso al rispetto dei diritti, con l’individuazione di soluzioni per le istanze sollevate.
Il Progetto poggia le sue basi sull’ex Casa Cantoniera di Via Anagnina 175, che si trova collocato nel territorio del VII Municipio di Roma Capitale. Una strada romana, che in parte, corrisponde all’antica Via Latina, che collegava la città di Roma con Anagni. È sicuramente un contesto territoriale periferico ma ricco di potenzialità. Il verde che circonda la zona rende potenzialmente l’ex Casa Cantoniera un’oasi nel territorio del Comune di Roma. Al fine di ottemperare allo scopo sociale per cui le ex Case Cantoniere sono state assegnate attraverso un bando pubblico indetto dalla Regione Lazio per stimolare e sviluppare idee e progetti di valorizzazione sociale ed inclusiva della cittadinanza, con il coinvolgimento nella Cooperativa di soggetti svantaggiati senza l’esclusione di nessuna categoria (vedi la legge 381/1991).